Blog sul trasloco

Un blog sul trasloco e sull'ispirazione per la casa

Scopri quanto costerebbe il tuo trasloco
6-5-2023 - By Andriy

Mini guida per trasferirsi in Inghilterra

Ti piacerebbe finalmente realizzare il tuo trasloco in Inghilterra? Hai dubbi sul processo che comporta il trasloco dall’Italia al Regno Unito? In questo articolo ti forniamo un sacco di informazioni utili e consigli per il tuo trasloco in Inghilterra: documentazione necessaria, come trovare alloggio e lavoro, studi, prezzi, stile di vita e molto altro.

Per trasferirsi in Inghilterra dall’Italia è necessario tenere conto di alcuni fattori e differenze tra i paesi, come la valuta o il modo di guidare. Londra, Manchester, Liverpool… Ogni parte dell’Inghilterra ha il suo fascino e, qualunque sia la città che scegli, in questo articolo ti aiutiamo a realizzare il tuo sogno di trasferirti in Inghilterra.

Quanto ti costerà il tuo trasloco in Inghilterra? Rispondi a un paio di domande e ti mostreremo i servizi ai migliori prezzi!

In questa immagine, due giovani sono seduti su un ponte e stanno pianificando il loro futuro dopo il trasferimento in Inghilterra. Questo momento simboleggia la loro speranza e il loro entusiasmo per la nuova vita in un paese straniero. Discutono e fanno piani sulle opportunità e le sfide che li aspettano. Quest'immagine incarna il desiderio di raggiungere il successo e l'autorealizzazione nel loro nuovo ambiente.
Diritto d’autore: Unsplash.com

Come trasferirsi in Inghilterra dall’Italia nel 2023

La prima cosa da tenere in conto è che, dall’uscita ufficiale della Gran Bretagna dall’Unione Europea – ciò che è noto come Brexit -, e più specificamente, dal 31 dicembre 2020, è finita la libertà di movimento tra i paesi dell’UE e il Regno Unito. Ciò implica che il processo di trasferirsi in Inghilterra dall’Italia è più complicato di quanto non sia tra i paesi dell’UE, ecco perché è importante farlo con tempo.

Per i cittadini dell’UE, dell’EEA (Spazio Economico Europeo) e della Svizzera, resta la possibilità di viaggiare e soggiornare nel Regno Unito fino a 6 mesi, senza bisogno di un visto. L’unica cosa di cui hai bisogno è un passaporto che sia valido per tutta la tua permanenza nel paese. Questo può essere molto utile per fare un primo viaggio di adattamento o ricerca di alloggio e lavoro, mentre stai facendo il visto corrispondente.

Passaggi per richiedere il visto per il Regno Unito:

  1. Nella pagina web del governo del Regno Unito relativa a “Visti e immigrazione” è dove devi iniziare le procedure per la richiesta del tuo visto, online.
  2. Successivamente, devi registrarti sulla pagina web del Centro Operativo Visti Teleperformance Ltd. Lì potrai fissare un appuntamento presso il Visa Application Centre di Roma o Milano.
  3. In questo processo potrai anche assumere servizi aggiuntivi se lo desideri, come: servizio “Priority”, se desideri ricevere una risposta in 3-5 giorni lavorativi, servizio di corriere, o servizio “Premium”, con attenzione personalizzata.

Trovare alloggio in Inghilterra prima del trasloco

Trovare alloggio in Inghilterra non sarà difficile, ma a seconda della città che scegli per vivere, i costi saranno molto variabili. Una buona opzione è affittare un alloggio iniziale temporaneo, e una volta lì cercare quello più adatto per il tuo soggiorno definitivo.

Se stai cercando di affittare un appartamento intero, uno dei migliori siti web è Rightmove, che ha molti filtri di ricerca ed è dove la maggior parte delle agenzie immobiliari pubblica anche le loro offerte. Per affittare una stanza in un appartamento condiviso, hai il sito web Spareroom. E se il tuo trasloco in Inghilterra è come studente, puoi iniziare la tua ricerca su Student.

Quanto costa affittare o comprare un appartamento in Inghilterra?

Nel Regno Unito la valuta ufficiale è la sterlina. Attualmente, 1£ equivale a 1,14€, quindi più o meno puoi fare una equivalenza tra i prezzi.

Affitto a LondraPrezzo €/mese
Appartamento condiviso 400£
Monolocale1.100£
Appartamento con 2 stanze2.500£
Affitto a LiverpoolPrezzo €/mese
Appartamento condiviso300£
Monolocale500£
Appartamento con 2 stanze900£

Normalmente, i soggiorni minimi richiesti sono tra 6-12 mesi, e di solito è necessario avere un contratto di lavoro e un garante. In ogni caso, è possibile negoziare con le agenzie il pagamento di alcuni mesi in anticipo. Ricorda anche di aggiungere le spese mensili per le utenze -acqua, elettricità, gas-, che ammontano a circa 200£ per un appartamento con 1 stanza, circa. E tieni presente che in Inghilterra la maggior parte degli appartamenti non ha riscaldamento centralizzato né aria condizionata.

Quanto costa trasferirsi in Inghilterra?

Oltre al prezzo dell’alloggio, l’altro costo più importante quando si calcola il prezzo del trasloco in Inghilterra, è la tariffa del trasporto merci.

  • Se non hai bisogno di trasportare troppi bagagli o pacchi, puoi portarli con te sull’aereo, e i prezzi dei biglietti per Londra, per esempio, possono essere trovati anche a meno di 10-20€. Se hai bisogno di bagaglio/i extra, dovrai pagare un supplemento. Se decidi di andare in macchina, avrai lo spazio per portare le tue cose e il costo sarà più alto, aggiungendo benzina e pedaggi – più il traghetto o attraversare il tunnel, che può costare tra 60€-350€.
  • Per il trasloco dei tuoi mobili dall’Italia alla tua nuova casa in Inghilterra, dovrai fare più gestioni extra con i relativi costi. Prima di tutto devi richiedere un permesso di importazione – “Transfer of residence relief” – alle autorità britanniche, in modo che la ditta di traslochi possa passare i tuoi beni alla dogana tra i due paesi.

Per quanto riguarda il prezzo, a seconda della zona dell’Inghilterra a cui ti stai trasferendo, ci sarà una distanza approssimativa tra 1800-2800 km. Se decidi di affittare un vagone per mobili, potrebbe costarti più di 1000€ solo per il trasporto, più altre spese e assicurazioni. D’altra parte, una spedizione su pallet di fino a 100 kg per corriere internazionale potrebbe costarti circa 300€.

Trasferirsi in Inghilterra per studiare

Come studente in Inghilterra, avrai bisogno di almeno un livello base o intermedio di inglese. In città come Londra troverai molte persone che parlano italiano, ma è meglio che tu ti occupi di migliorare la lingua del paese, poiché ne avrai bisogno per i tuoi studi e anche se vuoi trovare qualsiasi tipo di lavoro.

L’Inghilterra ha un alto livello di qualità educativa, oltre ad essere un paese sicuro e in cui è possibile lavorare part-time – fino a 20 ore settimanali – mentre si svolgono studi universitari (nelle vacanze è possibile lavorare a tempo pieno).

  • Nelle università pubbliche, il costo annuale della tassa di iscrizione per ogni grado è superiore a 10.000£ per gli studenti stranieri (non è più disponibile il prestito studentesco per gli studenti europei).
  • Le università private possono arrivare a un costo annuo di 30.000£.
  • Il prezzo può essere ancora più alto se desideri realizzare MBA o altri tipi di corsi post-laurea di prestigio.
  • Se stai considerando un altro paese del Regno Unito per i tuoi studi, i prezzi sarebbero, approssimativamente: circa 4.500£ all’anno in Galles e in Irlanda del Nord, e circa 1.800£ all’anno in Scozia (con possibilità di sovvenzione diretta del 100%).

Trasferirsi in Inghilterra per lavorare

Per lavorare in Inghilterra, oltre alle condizioni per ottenere il visto di lavoro, è essenziale parlare inglese, a seconda del livello richiesto per il ruolo. Se il tuo livello di inglese è molto basico e non hai alcuna qualifica specializzata, è una buona idea iniziare cercando un lavoro in cucina in un ristorante, nel servizio di pulizia in un hotel o nei processi di magazzinaggio e produzione, fino a quando non acquisisci un fluency con la lingua che ti dia l’opportunità di accedere a un ventaglio più ampio di lavori.

Più precisamente, in Inghilterra c’è solitamente una forte domanda di lavoro nelle aree dell’ingegneria, della medicina e dell’informatica. Puoi trovare tutte le offerte di lavoro disponibili su siti web come jobs.co.uk o indeed.co.uk.

Il salario minimo in Inghilterra nel 2022 è di 1.621,1£ mensili, per un contratto di lavoro a tempo pieno indipendentemente dal tipo di lavoro. Questo salario aumenta in funzione delle qualifiche richieste per il ruolo, della posizione e dell’esperienza.

Quante ore di lavoro a settimana si fanno in Inghilterra?

In Inghilterra, come in Italia, l’orario di lavoro completo abituale è di 40 ore settimanali, che possono arrivare in alcuni casi a 48 ore a settimana. Attualmente, alcuni programmi pilota stanno cercando di ridurre l’orario di lavoro a 35 ore settimanali e la settimana lavorativa a 4 giorni.

Gli orari sono un po’ diversi, con la maggior parte dei negozi che chiudono alle 19:00. Durante l’orario d’ufficio, dalle 9:00 alle 18:00 circa, la pausa pranzo è solitamente di un’ora e più presto rispetto all’Italia. Per quanto riguarda le vacanze, a ogni lavoratore spettano un totale di 28 giorni di ferie pagate all’anno, 2 giorni in meno rispetto all’Italia.

Lavorare in Inghilterra e andare in pensione in Italia

Se, dopo esserti trasferito in Inghilterra e aver lavorato lì, torni in Italia e desideri andare in pensione, devi procurarti i seguenti documenti:

  • Il certificato dell’azienda o delle aziende in cui hai lavorato (Certificate of Employment).
  • I documenti P60 di ogni anno fiscale e la copia dei documenti P45 che ti saranno stati consegnati dal datore di lavoro alla fine del rapporto di lavoro.
  • Il modulo U1, con il quale si attestano i contributi versati nel Regno Unito.
  • Una lettera in cui il tuo datore di lavoro conferma il motivo della fine del lavoro.

La richiesta di prestazione dovrai presentarla nello stato in cui risiedi al momento della richiesta. Questa istituzione si occuperà di farla pervenire alle istituzioni competenti degli altri Stati in cui hai lavorato – in questo caso l’Inghilterra. Una volta raggiunta l’età pensionabile in entrambi i paesi – tra i 66-67 anni.

In questa immagine, una ragazza felice realizza il suo sogno - si è appena trasferita in Inghilterra. Questo momento è una conferma della sua determinazione e fiducia nelle sue capacità. Si sente gioiosa ed eccitata, poiché ha realizzato i suoi piani e sta iniziando un nuovo capitolo della sua vita in un nuovo ambiente. Quest'immagine trasmette emozioni di vittoria, indipendenza e speranza per il futuro.
Diritto d’autore: Unsplash.com

Come è la vita in Inghilterra? Opinioni

Trasferirsi in Inghilterra è il sogno di molti giovani e famiglie di tutto il mondo. Nonostante la situazione attuale non sia la migliore, l’Inghilterra è un paese molto diversificato e pieno di opportunità, specialmente per i lavoratori qualificati.

Tempo libero e cultura in Inghilterra

Nelle grandi città, l’offerta culturale e di intrattenimento è ampia e varia. Dagli artisti più alternativi, ai negozi più all’avanguardia, fino agli spettacoli e concerti più classici e senza tempo. L’Inghilterra è un mix di tradizioni, cucine e visioni del mondo che non ti lasceranno indifferente, con opzioni per tutti i gusti e le tasche.

Trasporti in Inghilterra

Se sei uno di quelli a cui piace muoversi in auto, ricorda questo quando ti trasferisci in Inghilterra: lì si guida a sinistra! Potrebbe essere necessario fare alcune lezioni pratiche per abituarti. Per quanto riguarda il trasporto pubblico, soprattutto nelle città ci sono abbonamenti e tariffe per metro e autobus, oltre alle opzioni di taxi e bicicletta.

Burocrazia e documentazione per trasferirsi in Inghilterra

Questa parte è la più noiosa, ma è molto importante che tu ti assicuri di preparare adeguatamente tutta la documentazione necessaria per il tuo trasferimento in Inghilterra.

  • “Residenza” o iscrizione al Consolato: se intendi risiedere permanentemente o per un lungo periodo in Inghilterra, è obbligatorio che tu ti registri come residente nel Registro di Matricola Consolare. Ciò ti darà diritto a questioni come il voto e causerà la cancellazione della residenza in Italia.
  • Assegnazione del tuo medico di base: come residente permanente in Inghilterra, avrai diritto alla sanità pubblica gratuita, con assistenza primaria e specializzata. Recati al centro sanitario più vicino per farti assegnare il tuo medico di base.
  • Telefono cellulare: è meglio che tu ottenga un numero di telefono con una compagnia del paese, in quanto anche i prezzi sono molto bassi – per circa 10€/mese hai internet e chiamate illimitate.
  • Patente di guida: Anche se la tua patente di guida italiana è valida lì – a condizione che sia in corso di validità, ovviamente -, ti diamo un consiglio. Quando la tua patente italiana sta per scadere, se invece di rinnovarla in Italia, la convalidi in Inghilterra, ti costerà solo 43£. È un processo molto semplice e ti arriva in tre settimane. Puoi farlo qui.
  • Agenzia delle Entrate: le tasse – Income Tax – sono progressive, come in Italia, ma non è necessario fare la dichiarazione dei redditi, in quanto il datore di lavoro la detrae mese per mese dal tuo stipendio e la consegna all’Agenzia delle Entrate britannica. L’aliquota più comune è del 20%.
  • Entità bancaria: ti conviene aprire un conto bancario per pagare in sterline senza commissioni e per domiciliare tutti i tuoi ricevute. È molto semplice, anche se vuoi farlo prima di avere la prova di residenza, puoi farlo in una banca online con il tuo passaporto.

Trasferimento dall’Italia all’Inghilterra

Una volta che hai chiaro tutto ciò di cui hai bisogno per il tuo trasferimento dall’Italia all’Inghilterra, dovresti consultare quale sarà il costo del trasferimento di tutto ciò che vuoi portare con te dall’Italia. Ricorda che, non essendo membro dell’UE, trasferirsi in Inghilterra è un po’ più complicato e costoso rispetto ad altri paesi come la Francia, ma non impossibile. Con i nostri consigli generali per il trasloco e tutte le informazioni che ti abbiamo dato in questo articolo, speriamo che tu abbia molto più chiaro ciò di cui hai bisogno e ti incoraggiamo a calcolare il prezzo di quello che ti costerà il tuo trasferimento in Inghilterra, in base alle tue esigenze.

Comments (0)