Blog sul trasloco

Un blog sul trasloco e sull'ispirazione per la casa

Scopri quanto costerebbe il tuo trasloco
7-5-2023 - By Andriy

Trasloco, ma non hai ancora un nuovo indirizzo? 6 consigli per un trasloco temporaneo

Hai un trasloco temporaneo in arrivo? Allora continua a leggere! Potrebbe essere che tu abbia già venduto la tua casa, ma non puoi ancora trasferirti nella tua nuova costruzione. Stai effettuando un grande rinnovamento della tua casa, che ti impedisce di vivere temporaneamente a casa tua? Sei appena rientrato in Italia e stai ancora cercando una casa permanente? In tutti questi casi, stai affrontando un trasloco temporaneo. Per un breve periodo dovrai sistemare te stesso e le tue cose in un indirizzo temporaneo. Cosa devi tener presente? Lo leggerai in questo suggerimento per il trasloco!

Nell'immagine si vede una giovane coppia che si riposa sul letto, circondata da scatole e valigie. Questo quadro trasmette una combinazione di stanchezza dopo il trasloco e gioia nel momento di relax. La coppia si trova in un periodo di transizione tra due luoghi di residenza e trova conforto in una temporanea tranquillità tra gli oggetti impacchettati. Questa immagine illustra il senso di cambiamento, novità ed emozioni legate al trasferimento in una nuova casa.
Diritto d’autore: pexels.com

Suggerimento 1: Segnala il tuo trasloco temporaneo al comune

Presso l’Anagrafe del comune deve sempre essere noto il tuo indirizzo di residenza attuale, devi segnalarlo entro 5 giorni dal trasloco. Quindi, anche se vivi temporaneamente altrove, devi registrarti a questo indirizzo presso l’Anagrafe.

Registrati a un indirizzo ma non (ancora) ci vivi

Se hai lasciato la tua vecchia casa, devi disiscriverti dal comune. In questo caso, verrà sempre chiesto un nuovo indirizzo. Ma cosa succede se non sai ancora qual è il tuo nuovo indirizzo, o se non puoi ancora trasferirti al tuo nuovo indirizzo? In questo caso, non hai temporaneamente un indirizzo di residenza.

La soluzione a questo problema è la registrazione a un indirizzo di corrispondenza. Questo può essere l’indirizzo di amici o familiari. Devono dare il loro consenso per iscritto. Un indirizzo di corrispondenza garantisce che tu possa essere raggiunto a questo indirizzo per la posta del governo, ma che tu non venga considerato parte del nucleo familiare. In questo modo, la tua registrazione non influisce sulle eventuali tasse e sussidi dei residenti all’indirizzo di corrispondenza.

L’uso di un indirizzo di corrispondenza è tuttavia legato a certe condizioni, che possono variare da comune a comune. Sul sito del governo italiano trovi ulteriori informazioni sull’uso di un indirizzo di corrispondenza.

Non è possibile registrarti al tuo indirizzo temporaneo?

Potrebbe essere che tu stia vivendo temporaneamente in un indirizzo in cui non puoi essere ufficialmente registrato: questo è ad esempio il caso se ti trovi in una casa vacanze che non è stata approvata per la residenza permanente. Anche in questo caso, potresti eventualmente utilizzare un indirizzo di corrispondenza temporaneo presso amici o familiari. Puoi discutere le opzioni con l’ufficio anagrafe del tuo comune.

Stai temporaneamente vivendo con i tuoi genitori e sei curioso di sapere quale impatto avrà la registrazione al loro indirizzo sulle vostre situazioni finanziarie? Allora leggi il nostro articolo su ‘Vivere temporaneamente con i tuoi genitori’.

Hai venduto casa, ma non hai ancora un nuovo indirizzo?

Anche se hai venduto la tua casa e non hai ancora un nuovo indirizzo, sei temporaneamente senza un indirizzo di residenza ufficiale. Anche in questo caso, puoi utilizzare temporaneamente un indirizzo di corrispondenza.

Suggerimento 2: Deposito temporaneo dei tuoi beni

Ovviamente, la domanda è quali oggetti porterai nel deposito e quali porterai nella casa temporanea. È saggio verificare innanzitutto in che misura la tua residenza temporanea è già arredata. È completamente vuoto, c’è solo un ‘equipaggiamento di base’ o è una casa completa con tutti i mobili e gli oggetti? Sulla base di ciò, puoi determinare cosa vuoi portare con te e cosa mettere in deposito.

Considera anche per quanto tempo rimarrai nell’abitazione temporanea e quali oggetti saranno necessari. Se rimani solo nei mesi estivi, i tuoi vestiti invernali e le decorazioni natalizie possono andare in deposito. Se già sai che rimarrai per diverse stagioni nella tua casa temporanea, porterai più cose al tuo indirizzo temporaneo. Puoi anche scegliere uno spazio di stoccaggio che ti permette di accedere ai tuoi oggetti nel frattempo. Le condizioni per questo variano da azienda di stoccaggio a azienda di stoccaggio, quindi chiedi bene in anticipo.

Se vuoi dare un’occhiata alle opzioni e alle tariffe per le aziende di stoccaggio nella tua zona, puoi utilizzare il sito DepositoPrezzi.it (Considera anche per quanto tempo rimarrai nell’abitazione temporanea e quali oggetti saranno necessari. Se rimani solo nei mesi estivi, i tuoi vestiti invernali e le decorazioni natalizie possono andare in deposito. Se già sai che rimarrai per diverse stagioni nella tua casa temporanea, porterai più cose al tuo indirizzo temporaneo. Puoi anche scegliere uno spazio di stoccaggio che ti permette di accedere ai tuoi oggetti nel frattempo. Le condizioni per questo variano da azienda di stoccaggio a azienda di stoccaggio, quindi chiedi bene in anticipo.

Se vuoi dare un’occhiata alle opzioni e alle tariffe per le aziende di stoccaggio nella tua zona, puoi utilizzare il sito DepositoPrezzi.

Rivolgiti a una ditta di traslochi con deposito

Sei sicuro di aver bisogno di uno spazio di stoccaggio e stai traslocando con una ditta di traslochi? Allora sarebbe più facile combinare questi due servizi. Infatti, ci sono molte ditte di traslochi che offrono anche spazi di stoccaggio. Loro ritireranno i tuoi beni, li immagazzineranno temporaneamente e infine li consegneranno al tuo indirizzo definitivo. Comodo! Tramite noi, puoi richiedere immediatamente preventivi per ditte di traslochi con deposito.

Per saperne di più sui diversi tipi di aziende di stoccaggio e sulla copertura assicurativa dei tuoi beni immagazzinati, leggi il nostro articolo su stoccaggio temporaneo durante il trasloco.

Suggerimento 3: Inoltro della posta in caso di trasloco temporaneo

Ovviamente, vorrai anche ricevere la posta al tuo indirizzo temporaneo, o almeno essere in grado di ritirarla da qualche parte. Per questo ci sono diverse opzioni:

Servizio di inoltro postale

Con un servizio di inoltro, è possibile far inoltrare temporaneamente la tua posta a un altro indirizzo. Quindi è perfetto se sei in un indirizzo temporaneo. Puoi dare le tue modifiche definitive all’indirizzo non appena traslochi al tuo indirizzo definitivo. Puoi trovare ulteriori informazioni sui servizi di inoltro di vari fornitori di servizi postali nel nostro suggerimento per il trasloco sulle modifiche dell’indirizzo.

Ricevere la posta prima al tuo nuovo indirizzo.

Se hai un buon rapporto con gli abitanti della tua futura casa, potresti concordare con loro di ricevere già la posta al nuovo indirizzo.

Se stai traslocando in una nuova costruzione, di solito puoi già mettere una cassetta postale verde sul lotto. In questo modo, puoi già ricevere la tua posta al tuo nuovo indirizzo.

Ricevi ancora la posta al tuo vecchio indirizzo

Non hai la possibilità di ricevere la tua posta al tuo nuovo indirizzo? E non vuoi o non puoi ricevere posta al tuo indirizzo temporaneo? Allora potresti concordare con i nuovi inquilini della tua vecchia casa che la tua posta arrivi ancora al tuo vecchio indirizzo, fino a quando non ti trasferisci definitivamente nella tua nuova casa.

Affittare una casella postale

Se non hai affatto l’opzione di ricevere la posta al tuo vecchio, nuovo o indirizzo temporaneo, potresti considerare una casella postale. Puoi noleggiare una casella postale presso Poste Italiane, ma generalmente viene applicato un periodo di noleggio minimo di un anno. Ci sono altri fornitori in cui puoi noleggiare una casella postale per un periodo più breve, come ad esempio da Allsafe.

Suggerimento 4: Sospendi temporaneamente i tuoi abbonamenti per energia e internet

Se stai vivendo temporaneamente in un’altra abitazione, è molto probabile che gas, acqua, luce e internet siano già disponibili. Ovviamente, preferiresti non dover pagare i tuoi abbonamenti che non ti servono durante questo periodo. Ci sono diversi modi per gestire questa situazione:

Energia

Controlla innanzitutto il periodo di contratto del tuo contratto energetico. Se il periodo minimo del contratto è già terminato, puoi facilmente disdire il tuo contratto energetico a partire dalla data in cui lasci la tua vecchia casa. Puoi quindi stipulare un nuovo contratto energetico che inizia alla data in cui ti trasferisci definitivamente nella tua nuova casa. Il vantaggio è che in questo caso puoi immediatamente stipulare un nuovo contratto energetico, forse più vantaggioso. Vuoi dare un’occhiata alle opzioni disponibili?

Se il periodo minimo del tuo contratto non è ancora terminato, o se sei semplicemente soddisfatto del tuo attuale fornitore di energia, porterai il tuo contratto energetico alla tua nuova casa. Quindi, dovrai affrontare il periodo intermedio in cui probabilmente non avrai bisogno di un contratto energetico. Molti fornitori di energia permettono di sospendere (o “congelare”) il contratto per un massimo di 3 o 6 mesi. Potrebbe essere necessario pagare una penale di cancellazione, che però potrebbe essere rimborsata se si rinnova il contratto entro il periodo massimo. Le linee guida per questo variano da un fornitore di energia all’altro, quindi assicurati di chiedere!

Internet, TV e telefono fisso

È probabile che tu stia vivendo temporaneamente in una casa in affitto o da parenti dove c’è già internet. Ovviamente, preferiresti non dover pagare costi di abbonamento inutili.

Purtroppo, nella maggior parte dei casi, non è possibile sospendere temporaneamente un abbonamento per internet, TV e telefono fisso. Le due opzioni più ovvie sono:

  • Porti il contratto nella tua nuova casa e continui a pagare le spese di abbonamento nel periodo in cui non lo stai utilizzando. Ovviamente, questa non è l’opzione ideale, ma potrebbe essere la più conveniente e semplice, se si tratta di un breve periodo.
  • Termina il contratto quando lasci la tua vecchia casa. Se il periodo minimo del tuo contratto non è ancora terminato, di norma devi acquistare il resto del periodo del contratto. Ci sono alcune situazioni eccezionali in cui non devi acquistare: ad esempio, se ti trasferisci all’estero, o in un’area dove il tuo attuale provider non può fornire servizio. Se decidi di disdire (temporaneamente), devi restituire all’operatore l’attrezzatura che hai in prestito (modem, ecc.). In molti casi, riceverai un bonus di benvenuto quando stipuli un nuovo contratto, quindi potrebbe essere possibile recuperare la penale di recesso. Troverai ulteriori informazioni nel nostro articolo sul recesso del tuo abbonamento internet durante un trasloco.

Vuoi dare un’occhiata alle opzioni per un nuovo abbonamento internet?

In ogni caso, ti consigliamo di chiedere informazioni al tuo provider di internet. Le regole per la disdetta (temporanea) variano a seconda del provider e a volte ci sono eccezioni che possono fornire una soluzione nella tua situazione specifica.

Suggerimento 5: Assicurazioni per la tua abitazione temporanea e il trasloco

È molto probabile che tu abbia stipulato una serie di assicurazioni per la tua attuale abitazione, come un’assicurazione sulla proprietà, un’assicurazione sugli edifici, un’assicurazione antincendio o un’assicurazione sul vetro. Ricorda di annullare queste assicurazioni in tempo, o di trasferirle al tuo indirizzo temporaneo.

Assicurazione sulla proprietà

I tuoi beni che andranno temporaneamente in magazzino, ma anche quelli che porterai con te al tuo indirizzo temporaneo, possono molto probabilmente rimanere assicurati con la tua attuale assicurazione sulla proprietà. Molte compagnie di assicurazione sono disposte a coprire i beni immagazzinati per un periodo massimo, o addirittura in due indirizzi contemporaneamente. Le condizioni per questo variano a seconda dell’assicuratore, quindi chiedi in anticipo. Fornisci anche in tempo il tuo indirizzo temporaneo e l’indirizzo di stoccaggio alla compagnia di assicurazione.

Assicurazione edilizia

Stai lasciando una casa di proprietà? Allora puoi cancellare la tua assicurazione edilizia. L’assicuratore avrà bisogno di una prova che la tua casa è stata venduta, sotto forma di atto di trasferimento. Se, dopo il tuo soggiorno temporaneo, tornerai a vivere in una casa di proprietà, avrai bisogno di una nuova assicurazione edilizia a partire dal giorno del completamento. Sul nostro sito, puoi già iniziare a confrontare le assicurazioni edilizie.

Suggerimento 6: Animali domestici in caso di trasloco temporaneo

Hai animali domestici? Allora ci sono alcune cose extra a cui devi prestare attenzione. Naturalmente, vuoi essere sicuro che i tuoi animali possano venire con te al tuo indirizzo temporaneo, ma questo non è sempre possibile. Inizia quindi con largo anticipo a cercare una casa temporanea dove gli animali sono i benvenuti.

Se stai traslocando con un gatto, pensa a quanto vuoi far ambientare il tuo gatto nella casa temporanea. Se rimani solo per alcune settimane all’indirizzo temporaneo, sarebbe meglio tenere il gatto dentro. Solo nella casa definitiva, dopo alcune settimane, lasceresti il gatto fuori. Leggi di più a riguardo nel nostro articolo sul trasloco con un gatto.

Hai altri consigli per organizzare un trasloco temporaneo? E quali altre cose vorresti sapere sul trasloco senza un nuovo indirizzo? Ci piacerebbe sentire da te in un commento a questo post!

Comments (0)