Blog sul trasloco

Un blog sul trasloco e sull'ispirazione per la casa

Scopri quanto costerebbe il tuo trasloco
7-4-2023 - By Andriy

Trasloco: gestire gas, acqua e luce per la tua nuova casa

Gestire gas, acqua e luce è essenziale nella tua nuova casa. Dopo il tuo trasloco, naturalmente vorrai poterne usufruire immediatamente. Come gestire al meglio queste forniture? E come trovare un contratto vantaggioso con un fornitore di energia? In questo articolo, ti spiegheremo brevemente come gestire al meglio gas, acqua e luce nella tua nuova casa.

Nell'immagine si vede il processo di preparazione del caffè su una stufa a gas dopo il trasloco e la stipula del contratto di fornitura di gas. Questo fotogramma trasmette il comfort e la tranquillità associati al ritorno alla normale routine di vita dopo il trasloco. La stufa a gas serve come affidabile fonte di energia per la preparazione del cibo e la preparazione della bevanda preferita, il caffè. La stipula di un contratto di fornitura di gas conferma l'adeguato approvvigionamento energetico dell'abitazione e il comfort domestico.
Diritto d’autore: Charles Betito Filho / Unsplash.com

Come si possono attivare gas, acqua e luce?

Gas e luce si attivano attraverso un fornitore di energia di tua scelta. Puoi confrontare online i contratti di energia e poi stipulare il contratto energetico sul sito web del fornitore. Se preferisci parlare con qualcuno, puoi sempre chiamare il servizio clienti del fornitore di energia di tua scelta.

L’acqua viene sempre attivata tramite l’azienda idrica della tua regione. Ne esiste solo una e quindi non puoi scegliere. Puoi trovare più informazioni sull’attivazione dell’acqua nella tua nuova casa nel nostro articolo sulla fornitura di acqua e trasloco.

Gestire il gas per la tua nuova casa

Ciò che devi fare riguardo la tua connessione al gas dipende dalla situazione della tua nuova casa. Pertanto, prima di tutto, dovresti capire cosa ti serve. Se non hai bisogno di gas nella tua nuova casa, dovrai stipulare solo un contratto per l’elettricità. Nella maggior parte dei casi, però, avrai bisogno di un contratto per gas e luce.

Puoi trasferire il tuo contratto attuale alla tua nuova casa, oppure passare a un altro fornitore di energia. Sul nostro sito web, puoi confrontare facilmente i fornitori di energia e vedere se c’è una buona offerta per il tuo nuovo indirizzo.

Puoi leggere come decidere se cambiare o meno fornitore nel nostro articolo sul cambiamento di fornitore di energia.

Trasloco: Gestire il contratto energetico

Nella tua nuova casa avrai sempre bisogno di elettricità. Anche per questo vale la regola che puoi trasferire il tuo contratto attuale o passare a un nuovo fornitore di energia. Se sei indeciso sul passaggio, puoi inizialmente confrontare senza impegno i fornitori di energia online. Vedrai se c’è un’offerta interessante che vale la pena considerare per il passaggio. Sul nostro sito web trovi un utile comparatore di energia che ti permette di confrontare facilmente le offerte di diversi fornitori.

Fai il controllo del codice postale e trova offerte per il tuo nuovo indirizzo:

Se decidi di rimanere con il tuo attuale fornitore di energia, dovrai solo comunicare il tuo trasloco. Questo può essere fatto online con tutti i fornitori di energia. La data limite per comunicare il tuo trasloco varia da fornitore a fornitore, ma solitamente è di 2 settimane prima del giorno del trasloco. Tuttavia, per evitare stress, ti consigliamo di comunicare il tuo trasloco il prima possibile. Di solito, puoi segnalare il tuo trasloco già 3 mesi prima del passaggio delle chiavi.

Gas, acqua e luce temporanei in due indirizzi

A volte può essere utile avere temporaneamente gas, acqua e luce sia nella tua nuova casa che in quella vecchia. Ad esempio, se stai già facendo lavori di ristrutturazione nella tua nuova casa. Questo è sempre possibile, ma devi comunicarlo chiaramente al tuo fornitore di energia.

Se rimani con lo stesso fornitore di energia, comunichi le date del passaggio delle chiavi sia della tua nuova casa che della vecchia. In questo modo, l’energia verrà fornita automaticamente a entrambi gli indirizzi in questo intervallo di date.

Se passi a un nuovo fornitore di energia, puoi far iniziare il contratto della tua nuova casa un po’ prima. Quindi, avrai una sovrapposizione dei due contratti.

Trasloco: Gestione dell’acqua

In ogni regione, è attiva solo una compagnia idrica. Questo rende molto facile gestire i tuoi affari idrici. Abbiamo scritto un articolo separato sulla notifica del tuo trasloco alla compagnia idrica. In esso, troverai le istruzioni precise su come gestire l’acqua in relazione al tuo trasloco.

Prendi nota dei letture dei contatori

Durante un trasloco, devi sempre prendere nota delle letture dei contatori di gas, acqua ed elettricità. Fai questo il giorno della consegna delle chiavi, sia nella tua nuova casa che in quella vecchia. In base a queste letture, i fornitori redigeranno un conto finale. Riceverai questo entro due mesi dal giorno del trasloco.

Quanto tempo ci vuole per attivare gas, acqua e luce?

Dalla tua richiesta, ci vogliono da 2 a 4 settimane per avere gas, acqua ed elettricità collegati nella tua nuova casa. Se cambi fornitore di energia, devi considerare un preavviso di un mese. Se rimani con lo stesso fornitore di energia, comunica il tuo nuovo indirizzo almeno 2 settimane prima del trasloco.

Che tu scelga di passare a un altro fornitore o no, organizza il tuo trasloco il prima possibile con il tuo fornitore di energia. Così sarai sicuro che gas, acqua ed elettricità saranno collegati in tempo. Di solito, puoi comunicare il tuo nuovo indirizzo o la disdetta già 3 mesi prima.

Ho comprato una casa. Quando devo organizzare l’energia?

Se hai comprato una casa, ovviamente vorrai collegare il gas, l’acqua e l’elettricità il prima possibile. A seconda che tu abbia comprato una casa nuova o una esistente, le cose potrebbero cambiare.

Gas, acqua e luce in una casa nuova

Per le case nuove, di solito l’impresa di costruzioni ha già organizzato i collegamenti per la rete elettrica, del gas e delle telecomunicazioni, e per la rete idrica. Chiedi quindi all’impresa di costruzioni o al costruttore. Se non hanno ancora organizzato i collegamenti, puoi farlo tu stesso attraverso il sito sorgenia.it.

Una volta che il collegamento è organizzato, dovrai comunque stipulare un contratto energetico adatto per l’elettricità e, se necessario, il gas. Assicurati di fare questo almeno due settimane prima del giorno del trasloco, meglio se prima. In questo modo sarai sicuro che tutto funzionerà dal primo giorno nella tua nuova casa. Puoi trovare ulteriori informazioni a questo riguardo nel nostro articolo sul trasloco in una casa nuova.

Per l’acqua, ti devi registrare presso la compagnia idrica della tua regione. Ce n’è solo una, quindi non devi scegliere. Puoi trovare ulteriori informazioni a questo riguardo nel nostro articolo sulla notifica del trasloco alla compagnia idrica.

Gestire gas, acqua e luce in una casa esistente acquistata

Hai comprato una casa esistente? Allora puoi seguire i passaggi come spiegato all’inizio di questo articolo.

Comments (0)