Blog sul trasloco

Un blog sul trasloco e sull'ispirazione per la casa

Scopri quanto costerebbe il tuo trasloco
6-29-2023 - By Andriy

Traslocare il gatto: tutto quello che devi sapere

Traslocare il gatto: non è piacevole, ma a volte è necessario. C’è stato un tempo un sondaggio che ha dimostrato che un trasloco è uno degli eventi più stressanti nella vita di una persona. Puoi immaginare che un trasloco generi ancora più stress per un gatto. I gatti sono animali territoriali e quindi molto legati al loro ambiente. Un trasloco li sradica improvvisamente dal loro territorio familiare. Inoltre, i gatti sono molto sensibili allo stress. Un lungo viaggio in auto o il caos del trasloco in casa possono quindi avere un grande impatto sull’animale. Non solo durante il giorno del trasloco stesso, ma anche nel periodo precedente è importante minimizzare lo stress per il tuo gatto. Ma come procedere?

Nell'immagine si vede un gatto che annusa l'aria e percepisce un nuovo odore dopo essersi trasferito in un nuovo appartamento. Questa immagine trasmette curiosità, attenzione e adattamento al nuovo ambiente. Il gatto esplora attivamente la sua nuova casa, godendo dei nuovi aromi e suoni. È il momento in cui percepisce per la prima volta il nuovo ambiente e si ambienta nella nuova casa.
Diritto d’autore: Unsplash.com

Trasloco del gatto: Prima del trasloco

I gatti si accorgono subito che sta per cambiare qualcosa in casa. A causa dello stress delle persone, ma anche a causa dello spostamento delle cose, il tuo gatto percepirà che sta per succedere qualcosa di importante. Solo questo può già generare stress. In realtà, per questo motivo, è meglio portare il tuo gatto in una casa di ospitalità circa una settimana prima del trasloco. Se non hai un posto dove lasciarlo e il gatto deve quindi rimanere in casa durante il trasloco, assicurati che il gatto abbia un posto sicuro e personale che non cambia o si sposta fino al giorno del trasloco. Se ne hai la possibilità, sarebbe meglio allestire una stanza solo per il gatto. Assicurati quindi di “impacchettare” per prima questa stanza e di mettere tutti i mobili in un’altra stanza. In questo modo, questa rimarrà un rifugio sicuro per il gatto, dove non cambierà nulla nei giorni precedenti al trasloco. Metti qui le ciotole per il cibo, la lettiera e la cuccia, in modo che il gatto abbia tutto a portata di mano. Assicurati anche di avere qualche giocattolo.

Metti anche la gabbia per il trasporto in questa stanza. Lascia la porta aperta e metti dentro una coperta o un cuscino con un odore familiare. Probabilmente il tuo gatto andrà a dormire di tanto in tanto nella gabbia. In questo modo, il tuo gatto si abituerà in modo naturale alla gabbia per il trasporto e lo stress durante il giorno del trasloco sarà minore.

Trasloco del gatto: Durante il trasloco

Il giorno del trasloco, lascia il gatto nella sua stanza il più a lungo possibile. Appicca eventualmente un biglietto sulla porta, in modo che i traslocatori e/o gli aiutanti sappiano che questa stanza deve rimanere chiusa. Quando tutte le scatole da trasloco e i mobili sono fuori casa, puoi mettere tranquillamente il gatto nella sua gabbia per il trasporto e, insieme alle sue cose, metterlo in macchina.

Trasporta sempre il tuo gatto con la tua auto, non con il furgone del trasloco. Il viaggio è già abbastanza stressante per l’animale, quindi è bene per il gatto essere vicino a te.

Anche nella nuova casa, allestisci una sicura “stanza del gatto”. Pensa in anticipo a quale stanza della nuova casa il gatto può occupare per primo. Assicurati che tutti gli oggetti familiari del gatto siano lì e apri solo allora la gabbia per il trasporto. Lascia che il gatto esplori la stanza al suo ritmo. Forse non avrà il coraggio di uscire immediatamente dal cestino, dargli tempo. Lascia il gatto nella “stanza del gatto” mentre metti in ordine la casa. Solo quando i mobili sono al loro posto, gli aiutanti sono andati a casa e il caos è finito, lascia il gatto fuori dalla stanza. Controlla in anticipo che tutte le porte e le finestre siano chiuse, in modo che il tuo gatto non possa scappare. Esplorerà la nuova casa al suo ritmo.

Trasloco del gatto: Dopo il trasloco

Dopo il trasloco, è importante che il tuo gatto si senta a casa nel suo nuovo posto. Un gatto si sente a casa non appena i suoi odori personali si sono diffusi nel suo nuovo territorio. Assicurati quindi che ci siano abbastanza cose in casa con il suo odore. Non mettere quindi la sua coperta e il cuscino in lavatrice! Poiché il gatto finirà per muoversi e annusare in giro per la nuova casa, il suo odore si diffonderà automaticamente e comincerà a vedere la casa sempre più come il suo posto. Non lasciare che il tuo gatto esca all’aperto per le prime 3 settimane. C’è infatti il rischio che non si senta ancora abbastanza a casa e quindi cerchi la sua vecchia casa. Non appena il tuo gatto può uscire, assicurati per sicurezza che indossi un collare con il tuo numero di telefono. Se il tuo gatto è microchippato, ricorda di aggiornare il nuovo indirizzo nel database. Se il tuo gatto continua a tornare alla sua vecchia casa, puoi leggere questo articolo da Clinica per il Comportamento dei Gatti. Qui viene spiegato esattamente come risolvere questo problema.

Comments (0)